Interventi di tinteggiatura interna ed esterna, applicazione di isolanti termici e riqualificazioni energetiche per piccole e grandi strutture.

Home  /  Tipi di interventi  /  Pagina corrente

Strutture con lavorazione a secco

Cartongesso o gessofibra, due soluzioni ideali.

In quali casi si rende necessaria una lavorazione a secco? Le possibilità sono varie. Le più frequenti sono legate a esigenze di carattere architettonico-strutturale o ad obiettivi di isolamento.

Tramezzature, controsoffittature, ribassamenti, contropareti placcaggi e velette aventi finalità estetiche piuttosto che di isolamento termico, acustico o di resistenza al fuoco sono alcuni fra gli utilizzi più comuni.

Soluzioni particolari dunque, che esaltano l’ambiente interessato, sottolineando la nostra spiccata originalità.

Lavoriamo principalmente con 2 tipi di materiali:

  • cartongesso KNAUF
  • gessofibra FERMACELL

Cartongesso

È un materiale ecologico costituito da un nucleo di gesso, rinforzato da due fogli di cartone resistente ed aderente che fungono da armatura esterna. Viene prodotto in lastre leggere ed è utilizzato per il rivestimento di pareti, controsoffitti e la realizzazione di veloci tramezze, rifinibili come desidera il cliente.

Realizzare un controsoffitto in cartongesso è la migliore soluzione al problema dell’isolamento termoacustico ed ignifugo negli ambienti interni all’edificio.

Esistono diverse tipologie di lastre a seconda delle loro caratteristiche e della destinazione d’uso.

  • Standard
  • Ad alta flessibilità (per superfici curve)
  • Antifuoco (trattate con prodotti ignifughi)
  • Resistenti all’umidità e al vapore
  • Isolanti termoacustiche

Il cartongesso permette di regolarizzare il problema delle infiltrazioni d’umidità nel muro, assorbendo il vapore acqueo in eccesso e rilasciandolo se l’atmosfera è troppo secca. Presenta anche un’ottima resistenza alle vibrazioni sismiche e al fuoco.

Utilizzare il cartongesso per le controsoffittature consente inoltre di nascondere agevolmente eventuali tubature e impianti nell’intercapedine tra il telaio in metallo e la lastra. Risulterà in questo modo più facile l’installazione di faretti, punti luce, e di eventuali botole a scomparsa che consentono un accesso diretto all’impianto elettrico.

Gessofibra

Le lastre in gessofibra sono composte da due soli componenti naturali: gesso e fibre di cellulosa ottenute da carta riciclata selezionata e sminuzzata.

Grazie alla presenza di fibre, le lastre in gessofibra hanno elevata stabilità, ottima resistenza meccanica e ottime caratteristiche di resistenza al fuoco. Perfette quindi per l’isolamento acustico, termico e l’antincendio. Le lastre standard sono inoltre adatte anche in ambienti umidi.

La gessofibra non contiene alcuna sostanza dannosa per la salute e l’assenza di colle esclude qualsiasi odore sgradevole: è un prodotto assolutamente naturale.

Il processo produttivo prevede la miscela dei componenti in acqua (senza altri leganti). Il gesso miscelato in acqua reagisce (calcinazione) e avvolge le fibre di cellulosa penetrandole.

Sottoponendo questa miscela omogenea di base a compressione, si ottengono le lastre nei diversi spessori voluti. Successivamente vengono levigate e trattate con un primer impermeabilizzante, composto da amidi di patata, su entrambi i lati.

Rispetto alle tradizionali lastre in cartongesso, la gessofibra può vantare le seguenti qualità:

  • peso ridotto
  • elevata durezza superficiale
  • classe 0 di reazione al fuoco
  • elevata resistenza meccanica
  • resistenza all’effrazione
  • capacità di assorbire e cedere umidità senza deteriorarsi
  • eccellente stabilità dimensionale
  • velocità e facilità di applicazione
  • materiale certificato per la bio-edilizia
  • elevata resistenza verso i carichi sospesi senza sottostrutture o elementi di fissaggio speciali
  • elevate prestazioni di isolamento acustico contenendo lo spessore di pareti, contropareti, controsoffitti
  • possibilità di realizzare superfici curve direttamente in cantiere
  • superficie subito verniciabile.

Le lastre in gessofibra si fissano alle tradizionali orditure in acciaio da cartongesso oppure ad orditure in legno e sono disponibili in diverse dimensioni.


Lascia un commento

visualizza tutti →

Blog

murales-aprile2017-ev

Fuoriluogo: il nuovo progetto coinvolge l’artista Martina Merlini

Dopo l'ultima realizzazione a cura di Mattia Lullini, un nuovo murales del progetto Fuori Luogo è finalmente alle ... leggi tutto

risparmio-energetico-franzo-ev

Risparmio energetico: come e perché un edificio andrebbe reso più efficiente.

  Avete mai provato a riempire d'acqua un secchio bucato? Invece di utilizzare 10/12 litri d'acqua, quelli che ... leggi tutto

Solarium2

Completato il lavoro di ristrutturazione e riqualificazione del Condominio Solarium a Bibione

Con piacere annunciamo la conclusione di un lungo lavoro di ristrutturazione e riqualificazione che abbiamo messo ... leggi tutto

visualizza tutti →

Eventi

article-evidenza_onboard

Ripartiamo da OnBoard per dare slancio al territorio.

Quattro appuntamenti imperdibili e tre regate in mare insieme a Paul Cayard. Con l’obbiettivo di tracciare ... leggi tutto

Valorizziamo il Futuro - Relatori

Completare il puzzle della Qualità Condominiale

Contributo a cura di Enrico Rainero - enricorainero.com Uno dei regali che entusiasmò i miei figli piccoli fu ... leggi tutto

Valorizziamo il futuro - Il valore aggiunto nel mercato immobiliare

Valorizziamo il futuro – Il valore aggiunto nel mercato immobiliare

Durante l'evento formativo, organizzato da Franzo – innovatori per passione e Sigma Coatings - PPG Univer ... leggi tutto